Panes Left Table
Parchi e giardini
Panes Content Table

Parchi e giardini

Piccoli oasi di verde in piena città

Siete stanchi di camminare? Avete voglia di prendere qualche momento di riposo o i Vostri bambini vorrebbero divertirsi un po’ con qualche gioco attrezzato? Ecco alcuni parchi, tranquilli e piacevoli, fatti per Voi

In periferia

Parco “E.Mattei” (zona ex Smia)
Indirizzo: Via M. Lenti

Parco del Cannocchiale
Indirizzo: Via dell'Agraria

Parco dei cordai (zona Prato)
Indirizzo: Via dei Cordai

Area verde Piazza Bramante
Indirizzo: Piazza Bramante

Parco “Matteo Ricci”
Indirizzo: Via M. Ricci


A pochi passi dal centro storico

I giardini pubblici semplicemente chiamati “i Giardini” dagli jesini sono i principali della città e si estendono da ambo i lati di viale Cavallotti. Si tratta di una zona ombreggiata principalmente piantata con essenze sempreverdi come il pino domestico e il pino d'Aleppo.
Nella parte dove si erge il monumento ai Caduti di tutte le guerre (opera del 1967 dell'artista jesino Giuseppe Campitelli), si trova un chiosco che durante la bella stagione offre bibite e piccola ristorazione nonché un’area giochi multifunzionale, con piramide da arrampicata e altalene.

Il parco del Ventaglio disposto sul versante est di un declivio sul torrente Gorgolungo è uno dei grandi parchi della città.  La parte che si affaccia in via 1° Maggio offre una caratteristica forma ad anfiteatro, luogo di concerti e spettacoli durante le calde serate estive. Il parco, dove si alternano zone ombreggiate e soleggiate, offre anche un’area gioco attrezzata (ingresso da via Ragazzi del’99) e prati liberi per giochi all'aperto.


Sotto le mura

Ubicato in zona pianeggiante, il parco degli Orti Pace regala uno splendido scorcio sulle mura e sul torrione del Montirozzo . Dispone di un’area gioco attrezzata accessibile anche ai ragazzi diversamente abili. Nel parco è ubicato il monumento al Bersagliere (1985), anch’esso opera di Giuseppe Campitelli, che ricorda la battaglia di Montegranale combattuta nel luglio del 1944 per la liberazione di Jesi.
 

Nelle immediate vicinanze del centro storico

Il Parco del Vallato dispone di un'area gioco attrezzata e di un'altalena accessibile anche ai ragazzi diversamente abili

Nel cuore del centro storico

Passeggiando per le vie e le viuzze del centro medievale troverete diversi piccoli scrigni verdi, quasi nascosti tra l’ocra dei mattoni: piazza San Sansovino e i suoi maestosi oppi (aceri campestri); largo Saponari e l’area della Rincrocca con  il succedersi di piccole terrazze; piazza Nova dominata dall’imponente cedro e il giardino nascosto di palazzo Pianetti Vecchio, oggi sede dello Studio per le Arti della Stampa.

Anche lungo il corso non mancano piccoli “segni di paradiso” come li definisce un bel libro sui giardini e le aree verdi del centro storico: il giardino dell’ex. Orfanotrofio Femminile, all’inizio del corso Matteotti, aperto in occasione di manifestazioni culturali, l’area verde di palazzo Bettini e lo storico giardino settecentesco di palazzo Pianetti, unica testimonianza superstite dei numerosi giardini all’italiana che la città custodiva in passato.