Panes Left Table
Natura

 

 

Panes Content Table

Riserva Naturale Ripa Bianca

Calanchi e garzaia a due passi dalla città

La Riserva Naturale Ripa Bianca è la realizzazione di un sogno; quello di alcuni naturalisti jesini di proteggere e valorizzare una delle più importanti zone umide delle Marche.
Situata all’ingresso est della città, la Riserva, attraversata dal fiume Esino, offre quattro diversi ambienti naturali.

- L’ambiente fluviale con numerose zone umide ed il bosco ripariale;
- L’ambiente agricolo rappresentato dall’area didattica sull’agricoltura sostenibile suddivisa in appezzamenti tematici legati alle colture rappresentative del territorio e alla biodiversità agricola: il vigneto, l’oliveto e i cereali dimenticati, il frutteto antico, l’orto e il pollaio biologico, le erbe officinali;
- L’ambiente lacustre è senz’altro il più suggestivo: sede del più importante sito di nidificazione di aironi della Regione Marche facilmente osservabili da postazioni di birdwatching;
- L’ambiente calanchivo situato sul versante destro del fiume Esino, è un alternarsi di piccole valli e creste create dalle acque dilavanti. Dalla colorazione tipicamente chiara di queste formazioni deriva il toponimo Ripa Bianca.

Un luogo di scoperta naturalistica
All’interno della Riserva, che si estende per 319 ettari, un’area, intitolata al naturalista jesino Sergio Romagnoli, è stata concepita per accogliere il pubblico e presentare i diversi ambienti.
Il visitatore viene accolto in un Centro Natura che offre una vasta gamma di servizi. Può accedere a diverse aree educative e a un’area faunistica finalizzata alla conservazione di una specie  protetta, la testuggine comune. Può anche percorre numerosi sentieri tematici e, durante la bella stagione, raggiungere un belvedere ubicato in cima ai calanchi (sentiero Baden Powell) attraversando il fiume Esino tramite un ponte di zattere galleggianti. In tutta l’area, pannelli didattici e sensoriali spiegano le caratteristiche ecologiche degli ecosistemi e ne presentano le specie vegetali e faunistiche.

Naturalisti in erba
Il Centro di Esperienza Ambientale (C.E.A.), anch’esso dedicato a Sergio Romagnoli, propone ogni anno un ricco programma di percorsi didattici per gli allievi dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di primo grado. Dalla visita guidata al laboratorio creativo, dalla lezione in classe a quella in natura, la scelta degli argomenti e delle attività è ampia con  moduli di varia durata: mezza o intera giornata, oppure un vero e proprio progetto.
Il programma del Centro di Esperienza Ambientale è disponibile presso la Riserva di Ripa Bianca o scaricabile dal sito.

A PIEDI NUDI SULLA TERRA, IL PRIMO SENTIERO MARCHIGIANO DA PERCORRERE A PIEDI NUDI ALLA RISERVA NATURALE RIPA BIANCA DI JESI
 
200 metri di sentiero all’aperto in cui si susseguono materiali naturali differenti
un’area  in cui mettere alla prova equilibrio e coordinamento
un’area sensoriale in cui giocare con tutti i sensi che abbiamo: udito, olfatto, vista, tatto, gusto.
Un’esperienza unica da non perdere, per riscoprire la sensibilità e la libertà dei nostri piedi e capire quanto sia importante la sensorialità e la tranquillità.
 
INFO E CONTATTI
 
RISERVA NATURALE RIPA BIANCA DI JESI
Via Zanibelli 3 bis 
TEL. 0731619213 - 3346047703
 
 
APERTI AD INGRESSO LIBERO E GRATUITO

aprile-maggio-giugno
sabato:9-12
domenica:9-13;15-19
dal 1 luglio a metà settembre l'area è chiusa a pubblico
da metà settembre
sabato:9-13
domenica:9-13;15-19
ottobre
sabato:9-12
domenica:9-13;15-19
novembre e dicembre
sabato:9-12
domenica:9-13;15-17
aperto con orario domenicale nelle seguenti festività
2 e 25 aprile
1 maggio
2 giugno
1 novembre
8 dicembre
 

Visita guidata tutte le domeniche ore 16.00 costo di 4 euro a persona.
 
Visite guidate per scuole e gruppi su prenotazione 3346047703
 
 
NUOVO SENTIERO A PIEDI NUDI
Aperto la domenica
 
dalle 9.00 alle 12.00 (ultimo ingresso) e dalle 15.00 alle 18.00 (ultimo
ingresso) nei mesi da marzo a giugno e settembre
dalle 9.00 alle 13.00 (ultimo ingresso) e dalle 15.00 alle 17.00 (ultimo
ingresso) nel mese di ottobre
 
Costo orario dell' ingresso 3 euro a persona