Panes Left Table
Gaspare Spontini
Panes Content Table

Gaspare Spontini

Nato a Maiolati il 14 Novembre del 1774, fu mandato adolescente a Jesi presso lo zio paterno, Don Giuseppe Spontini, parroco di Santa Maria del Piano, per frequentare il seminario. Fu proprio presso lo zio prete che manifestò la sua disposizione per la musica, frequentando le prime lezioni a Jesi. Nel 1793 si traferì a Napoli, nel Conservatorio della Pietà de' Turchini, dove iniziò a comporre i primi pezzi, cantate e oratori.

Abbandonati gli studi, si recò a Roma, città in cui ebbe subito un clamoroso successo con l'opera "Li puntigli delle donne" del 1796. Nel 1803 Spontini arrivò nella Parigi napoleonica e nel 1807 compose il suo capolavoro, la tragedia lirica "La vestale", paradigma del gusto e dello stile musicale neoclassico. Il successo ottenuto gli procurò la nomina a direttore dell'Opera-Italien e i favori del nuovo sovrano restaurato, Luigi XVIII. Nel frattempo, nel 1811, aveva sposato Marie Catherine Celeste Erard, figlia di un famoso costruttore di pianoforti.

Chiamato a Berlino alla corte di Federico Gugliemo III, nel 1820 ricevette l'incarico di Primo Maestro di Cappella accanto alla Soprintendenza generale della musica. Nel 1821 presentò con grande successo al pubblico tedesco una versione rinnovata de l' “Olimpia” e nel 1829 l' “Agnese di Hohenstaufen”, modello dei successivi melodrammi eroico-storici.

Caduto in disgrazia alla morte di Federico Guglielmo III,  Spontini lasciò Berlino per ritirarsi definitivamente nel 1850 nella natia Maiolati, dove morì il 24 Gennaio del 1851. In suo onore, Maiolati aggiunse al proprio toponimo la dicitura "Spontini".