Panes Left Table
Epoca Medievale
Panes Content Table

Epoca Medievale

 

Nel 680 d.C. si costituisce la diocesi di Jesi con l'elezione del primo vescovo e la successiva costruzione della cattedrale, dedicata a S. Salvatore e S. Settimio.
Tra il VII e l'VIII secolo, inoltre, sono databili tre cenobi: S. Maria del Piano, S. Savino e S. Marco.
All'inizio del IX - X secolo risale la costruzione della Chiesa di S. Pietro Apostolo, la più antica pieve della diocesi.


Intorno al 1130 Jesi diventa un Libero Comune, con un proprio governo autonomo. Forte della protezione di Federico II di Hohenstaufen, imperatore del Sacro Romano Impero, nato a Jesi nel 1194, la città vive il periodo della sua massima espansione. In questa fase aurea la sua superficie urbanistica ritorna alle dimensioni dell'età romana e nel corso del XIII secolo nascono dei borghi extramurari: S. Martino e San Nicolò (corrispondenti oggi al quartiere del Corso), San Floriano (fuori porta Garibaldi), Mercatale (oggi zona Prato) e San Filippo (zona Don Minzoni-Campo Boario).
Sempre il XIII secolo è un periodo di fervente attività edilizia cittadina, sia laica che ecclesiastica: si restaurano la cattedrale e la Chiesa di S. Floriano e si costruisce il Palazzo Comunale (sul sito oggi occupato da Palazzo della Signoria).


Verso la fine del secolo si restaurano completamente le mura urbiche d'epoca romana, con un conseguente ammodernamento delle stesse. Il tracciato murario, quindi, inizia a prendere le forme e le caratteristiche architettoniche che conserva tuttora. La cinta muraria fortificata è una delle meglio conservate dell'intera regione e si estende per una lunghezza di un chilometro e mezzo.